Le communities Vodafone

novembre 21, 2006

I primi di novembre Vodafone ha lanciato su www.lifeisnow.it un’interessante iniziativa.
Dico interessante perchè mi interessa, cioè suscita interesse e curiosità. Infatti le informazioni a disposizione non sono molte. Sul sito viene chiesto di “formare la tua squadra” con la quale portare a termine le missioni che verranno assegnate prossimamente.

“Originali e determinati, è così che vi vogliamo! Iniziate a scaldare i muscoli: tra poco si parte con la prima missione! E lì, non potrete bluffare”

Io ho aderito immediatamente (tra le prime 20), con l’aiuto della mia amica Vin, e ho compilato da brava utente 2.0 il profilo della squadra con tanto di foto (orrenda) e di motto. Ma dal 9 novembre in qua ancora nulla è mutato. La mia curiosità rischia di trasformarsi in apatia se non succede qualcosa entro fine mese.

Su questo sito in effetti non è attiva una vera e propria community (perchè le persone non possono comunicare tra di loro se non lasciando dei commenti nei profili altrui), nè un social network (perchè si possono solo dare voti alle altre squadre ma non si possono aggiungere gli utenti ad una lista di amici). Condivido quindi pienamente la scelta di aver usato il termine “squadra” cioè gruppo di persone finalizzato allo svolgimento di un compito. stop.

Ma vediamo ora una community autentica, nata spontaneamente.

Essendo iscritta al forum la news mi è arrivata via email: il forum VodaWorld si appresta ad organizzare il 3° raduno nazionale. La data prescelta è sabato 16 Dicembre a Bologna. A dir la verità il precedente raduno non aveva riscosso particolare successo, su 3000 iscritti solo una decina si sono incontrati a Roma. Chissà, magari tutti gli altri hanno assistito grazie ad una videochiamata 🙂

Scherzi a parte, VodaWorld è il forum di riferimento per tutti gli utenti Vodafone alla ricerca di notizie in anteprima su promozioni e piani tariffari, telefoni e problemi tecnici. Utile e affidabile.

(da quando non ci lavoro più ho sviluppato una teoria tutta mia ispirandomi ai 6 gradi di separazione che dice: ogni persona in Italia conosce qualcuno che lavora o ha lavorato per Vodafone)

—-
tags: ,

Annunci

Onalytica si è finalmente detto la sua a proposito della metodologia usata da Edelman e Technorati per definire i blog più influenti di Germania, Francia e Italia.
Riporto solo un paragrafetto, anche se vorrei copiare interamente il post perchè sono pienamente d’accordo con la loro posizione.

The Edelman/Technorati study doesn’t attribute different weights to the
links/endorsements by different bloggers. One could say that they
regard a link from any two bloggers as contributing equally to the
influence of the blogger linked to.

Onalytica è una società inglese che analizza, misura e identifica chi influenza chi, in quale contesto e mercato. Ad esempio hanno pubblicato uno studio sull’impatto dei blogger sulla reputazione di Dell e un altro interessante articolo sui blog più popolari E più influenti sul tema “blog marketing”. In entrambi i documenti si trova una nota metodologica illuminante e di facile comprensione.

Secondo me il merito dei lavori di Onalytica sta nel fatto di chiarire, e soprattutto sottolineare, la differenza concettuale tra influenza, popolarità e autorevolezza.
(rimando nuovamente al post per le definizioni)

Sia tra i commenti al post di Steve Rubel che in decine di altri blog italiani la critica alla metodologia con la quale è stata condotta la ricerca di Edelman si è sviluppata attorno a tre domande:

– il numero degli “inbound blogs” ricevuti da un blog è sufficente ad indicare la sua l’influenza nella blogosfera?
– cosa si deve intendere per “influenza”?
– come si può stabilire l’influenza di una fonte senza relazionarla ad un preciso contesto?

(lafra in questo post ha segnato alcuni luoghi caldi in cui si sono concentrate le discussioni)

Anche io condivido queste perplessità, ma per il momento non mi dilungo in critiche: spero che all’incontro di domani (“Top of the blogs” l’hanno intitolato. Vabbè) emergano dettagli più sostanziosi su come è stata condotta la ricerca, perchè lo stesso Richard Edelman dice:

There is not a necessary correlation between Technorati ranking and influence in a specific category.

Non ascolto quasi mai la radio. Non ce l’ho.
Ma ieri mattina ero da un’amica e mentre cazzeggiavo per casa ho acceso lo stereo.
Radio DeeJay. Classico.
Ho beccato proprio la telefonata di un blogger che raccontava in diretta la sua esperienza al primo raduno dei blogger di Radio Deejay (ovunque mi giri c’è un raduno, incredibile…).

Quello che mi ha colpito è stata l’esigua affluenza a questo evento che pur era stato organizzato, saggiamente, in concomitanza con la notte bianca di Roma.
Nemmeno venti persone da quello che ho capito. Ma scommetto che al secondo raduno ce ne saranno il triplo. Le foto e i racconti postati sul blog ufficiale del raduno spingeranno molti deejay-blogger timidoni o indecisi a farsi vedere. Sono sicura che sarà così, e nello stesso tempo me lo auguro, perchè i raduni offline sono quei grandi eventi che consolidano la community. Visto che quella di Radio DeeJay mi sembra si stia espandendo molto bene in termini quantitativi, ora c’è bisogno di curare al massimo gli aspetti qualitativi per mantenerla a lungo vitale, frizzante e interessante per i suoi membri.

E non dovremo aspettare molto prima che i raduni ufficiali di DeeJay vengano sponsorizzati da qualche grande azienda…

ecco una foto dei partecipanti al primo raduno dei bloggers di Radio DeeJay

E’ passato ormai qualche giorno, ma nessun chatleader ha risposto alle mie curiosità sui raduni della community di Libero.
Aspettiamo ancora un po’.

foto di Memmè

BMW mania forum

settembre 6, 2006

Il link a BMW mania forum mi è arrivato via Freeforum zone newsletter.
Lo giro perchè arrivata a fagiuolo (ne ho parlato proprio pochi post fa) e mi sembra una community molto affiatata e organizzata che conta più di 450 utenti registrati:
insomma un punto di riferimento per tutti i bmwisti.

Anche questa community ha una sezione dedicata ai raduni, ribattezzata BMW party. Copio e incollo le regole per proporre un nuovo BMW party, postato da uno dei moderatori (il grassetto è mio).

Questa sezione è dedicata espressamente per indicare e proporre incontri/uscite tra utenti del sito www.bmwmania.too.it .
Regolamento BMW PARTY:
Volevo segnalare la possibilità di realizzare piccoli meeting tra
utenti vicini di zona. Questo è fattibile in base ai seguenti 3 punti :

1) Una persona di fiducia o meglio più conosciuta sul
forum
può creare incontri. NON è neccessariamente un COLLABORATORE di
BMWMANIA.

2) Possibilità da parte degli utenti di creare ogni settimana un thread per i ritrovi settimanali di zona.
3) Attenendosi alle regola sopracitate, si ricorda che NON è valido e
moralmente ingiusto, partecipare passivamente al forum, dedicandosi
escusivamente alla sezione BMW Party!. La partecipazione dunque deve
essere attiva su tutto il forum bmwmania
, pena la segnalazione ed
eventuale escusione se neccessario!

4) Le fotografie degli eventuali incontri con almeno 10
auto bmw partecipanti
all’evento hanno la possibilità di essere
inserite sulla galleria del sito indicata con il nome RADUNI SVOLTI,
dove sono compresi meeting e feste anche di secondaria importanza.
Ovviamente verrà pubblicato UNO dei tanti meeting organizzati dallo
stesso gruppo.


Il prossimo incontro sarà il 25 settembre sul lago di Garda.

PS: carine anche le emoticons personalizzate 🙂

A proposito di raduni…

settembre 4, 2006

Parlare di The Gate mi ha messo la nostalgia, lo ammetto.
I nostri raduni erano eventi straordinari (dei quali io sono sempre stata la fotografa ufficiale), abbiamo toccato anche le 100 presenze. Per dare a tutti l’opportunità di conoscere dal vivo i ‘compagni di gioco’, nell’estate 2001 abbiamo organizzato un vero e proprio raduno itinerante: il venerdì al parco di Monza, il sabato a Bologna, la domenica a Firenze (all’Area51 infatti erano ospitati i server del MUD, eh eh).

Sono curiosa: vorrei contattare un chat leader della community di Libero per capire un po’ come sono organizzati i LORO raduni.

Cosa fanno gli utenti?
Chiacchierano semplicemente offline o fanno qualche attività particolare (chessò guardare un film… giocare a pallone…)?
I raduni sono ritrovi per habituè oppure i chat leader riescono a coinvolgere anche i niubbi?
Generalmente la gente si fida e partecipa volentieri oppure ha bisogno di rassicurazioni particolari?

le risposte a queste ed altre domande, presto online!
(spero…)

UPDATE – 21.09.09
visto il numero di nostalgici deghettiani che continuano ad arrivare su questo blog, vi segnalo anche il gruppo su Facebook dedicato a TheGate http://www.facebook.com/group.php?gid=19300579723&ref=ts
ad oggi siamo in 252 iscritti!

—-
tags: , , ,